Restare dietro la linea gialla

E lei

nella polvere che si tira dietro il direttissimo

<<ho scelto te>>, dice

<<inevitabile>>, aggiunge

Tasche infreddolite da mani

in testa l’entusiasmo di qualche caffè

poco più sotto

una specie di poesia

impossibile da tradurre

Ed io

bloccato da una pioggerellina

dal ricamo delle parigine

dal surrealismo della verità

E noi

se anche ci fosse stata una parte

il tempo per ripassarla è finito

La polvere che si tira dietro il direttissimo

è tutto ciò che abbiamo

il tempo è tutto ciò che abbiamo

E sì

stiamo spendendo

con questi occhi

più di tutto ciò che abbiamo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.